Bellissima Festa di fine anno accademico stile anni 20 alla SSML San Domenico

Quest’anno la SSML San Domenico  ha festeggiato la fine dell’anno scolastico a tempo di jazz, a tema anni 20, con buffet, “red carpet”, premio per il miglior vestito, musica dal vivo, balli di gruppo e tanto divertimento. Non poteva esserci modo migliore per festeggiare la fine di un intenso anno di studio!

UNITALIA ha festeggiato insieme alle laureande, la prossima entrata come professioniste nelle attività dell’associazione.

La vincitrice Giulia Francescangeli, oltre ad essere una  grande ballerina, già conosciuta nell’edizione passata del Talent Show di fine anno è anche un’ottima studentessa piena di risorse . Non da meno sono le sue compagne di corso con lei nelle immagini di sotto.

 

 

 

 

MEMORIA ED INTERPRETAZIONE CONSECUTIVA E SIMULTANEA

Nell’interpretazione simultanea il discorso dell’oratore viene ascoltato, analizzato, suddiviso in segmenti di significato ed infine riformulato in un’altra lingua in un processo continuo in cui queste operazioni si susseguono e, in parte, si sovrappongono.

554824_orig.gif interpreting animata

Si tratta di un compito complesso che impegna tutte le facoltà dell’attenzione, cognitive e linguistiche dell’interprete: non è possibile seguire una buona prestazione in simultanea per più di 30 minuti consecutivi. Dopo questo tempo, intervengono segni di stanchezza che vengono percepiti dall’ascoltatore soprattutto come diminuzione della fluenza e della correttezza sintattica nell’espressione verbale dell’interprete.

Chiare Emiliozzi

All’interno di questo periodo di efficienza traduttiva, il professionista esperto svolge il suo compito con relativa facilità  e con una fluidità che risulta chiaro e piacevole all’ascolto : come se l’interprete enunciasse un suo pensiero e non stesse traducendo quello di un’altra persona.

ck2c

 

Questa situazione ottimale si può raggiungere soltanto dopo un lungo periodo di esercizio   e si attivano meccanismi automatici per alcune fasi di questa attività, ad esempio il superamento dell’ostacolo dovuto alla sovrapposizione delle due voci, il ritrovare senza sforzo frasi ed espressioni nella lingua d’arrivo e la capacità di operare un certo distacco tra l’enunciato dell’oratore e la propria riformulazione.

interpreting

La memoria costituisce un elemento essenziale nel processo interpretativo.

Nella fase di ricezione del messaggio è necessario memorizzare quanto si è appena udito per poter analizzare e successivamente tradurre le informazioni ricevute : mentre l’interprete ascolta un segmento di discorso nella lingua sorgente (SL), egli sta riformulando nella lingua d’arrivo (LA) il segmento di discorso precedentemente enunciato dall’oratore.

ck2e

Come viene suddiviso e assimilato il messaggio in simultanea ?

 

Le parole vengono recepite a gruppi, o unità di significato, che corrispondono al numero di unità che la memoria a breve termine riesce ad elaborare. Contemporaneamente  è in attività anche la memoria a lungo termine ( che contiene le informazioni previe o enciclopedia di conoscenze) e la memoria a medio termine ( che conserva gli elementi essenziali e il “piano” del discorso)  quest’ultima operazione mentale consente di cogliere i rapporti tra le varie parti del discorso e in ultima analisi di comprenderne il significato.

memory

Per quanto riguarda l’intervento dei vari tipi  di memoria nell’interpretazione simultanea è attivata sia la memoria a breve, che si limita all’analisi fonologica del discorso udito, sia la memoria cognitiva che analizza il contenuto semantico.

Seleskovitch definisce i due tipi di memoria in ” memoria letterale ” e “memoria sostanziale”; afferma che il primo tipo di memoria viene attivato soprattutto per ricordare e tradurre numeri, serie di nomi ecc. mentre il secondo è essenziale per ricordare  il messaggio contenuto in un discorso. La memoria letterale, che si applica alla struttura superficiale del discorso , è di breve durata, mentre l’informazione, elaborata a livello più profondo, è conservata più a lungo, in forma astratta, nella memoria sostanziale.

translation-process-nida-and-seleskovitch-in-deverbalization-refers-to-the-analysis-of

E’ difficile condurre studi sperimentali sugli aspetti  neurofisiologici e neuropsicologici della memoria in relazione all’interpretazione tanto più  è difficile realizzare una didattica ed una metodologia di carattere scientifico nell’insegnamento di tale disciplina.

 

Diversi studi sono stati condotti su aspetti dell’interpretazione simultanea. Tuttavia la letteratura su questo argomento non è molto ampia e vi sono tanti aspetti di questa disciplina che andrebbero ulteriormente indagati.

 

Mentre per l’interpretazione “consecutiva” possiamo parlare di metodologia per la presa di appunti che costituisce un ottimo strumento didattico, per l’interpretazione simultanea è più difficile creare una didattica ed una metodologia specifica.

 

 

Un dato interessante per condurre una ricerca in tale settore  è da considerare, che circa il 92 % della popolazione studentesca della SSML   Gregorio VII e della SSML San Domenico è costituita da donne. Una percentuale analoga di studentesse si riscontra anche nelle altre Scuole  per Mediatori Linguistici già SSIT aderenti ad AUPIU in Italia. Tale fenomeno si evidenzia in maniera maggiore tra gli interpreti professionisti che operano presso le organizzazioni internazionali iscritti ad UNITALIA.

Questi dati sembrerebbero indicare che le donne hanno una maggiore attitudine sia ad apprendere le lingue a elevati livelli di competenza che ad eseguire compiti complessi di natura motoria e cognitiva come quelli richiesti nell’ interpretazione Simultanea.

 

E’ possibile ipotizzare che tale predisposizione dipenda in parte dalla tendenza, nelle femmine, ad una maggiore simmetria cerebrale per le funzioni linguistiche e quindi, ad una maggiore partecipazione di entrambi gli emisferi a compiti linguistici complessi come l’interpretazione Simultanea.

 

Per quanto concerne la competenza linguistica degli studenti delle SSML, bisogna dire che l’interprete simultaneo deve avere una conoscenza approfondita di alcune lingue. Si accede con un esame di ammissione al primo anno, mediante il quale si valuta la conoscenza approfondita di almeno una lingua straniera , mentre la seconda lingua si accetta con conoscenze più modeste ed in alcuni casi  di studenti particolarmente motivati, si parte quasi da zero, offrendo un corso intensivo propedeutico prima dell’esame.

Memoria ed interpretazione

Nell’interpretazione simultanea  viene utilizzata maggiormente la memoria a breve termine.Tuttavia la memoria a lungo termine costituisce il bagaglio di supporto del mondo culturale che l’interprete deve possedere.

longmemory2